• 1° GIORNO: 12 febbraio BERGAMO – MILANO -SINGAPORE

Ore 7.30 Trasferimento in bus da Bergamo All’aeroporto di Malpensa
Partenza con volo di linea Singapore Airways partenza alle ore 12.40.Pasti e pernottamento a bordo

  • 2° GIORNO: 13 febbraio SINGAPORE – YANGON

All’arrivo in aeroporto di Singapore alle ore 7.35, disbrigo delle operazioni doganali e incontro con la guida parlante italiano. Partenza per la visita della città (durata 4 / 5 ore) partendo dal Civic District con soste fotografiche alla Casa del Parlamento, alla Corte Suprema e al City Hall, al Merlion Park con vista su Marina Bay. A seguire sosta all’antico tempio buddista-taoista di Thian Hock Keng, all’area di Chinatown, al giardino botanico con la sua splendida esposizione di orchidee per terminare al quartiere di Little India. Al termine trasferimento in aeroporto dove è previsto l’accesso ad una lounge che offre un pranzo self service con pietanze calde e fredde e soft drink illimitati nonché un maggiore comfort delle poltrone.
Alle ore 15.15 proseguimento per Yangon con volo di linea Silk Air. Arrivo a Yangon alle ore 16.40.
Incontro con la guida , per entrare nell’atmosfera Birmana rurale di Yangon si effetuerà un breve tragitto (durata di 30 minuti) in treno locale per poi proseguire verso l’hotel dove è prevista la Cena e pernottamento
Trattamento: pranzo e cena

 3° GIORNO: 14 febbraio YANGON-HEHO-PINDAYA-INLE (KM 100)

Prima colazione e trasferimento in aeroporto per imbarco sul volo per Heho, nello stato di Shan, famoso per i suoi mercati colorati, panorami, paesaggi agresti e per il suo popolo, un miscuglio di razze tribali. Arrivo e trasferimento a Pindaya, ammirando i caratteristici villaggi e i magnifici scenari rurali della campagna birmana. Visita alle grotte sacre di Pindaya, situate a 1.300 metri, dove, tra stalattiti e stalagmiti, sono conservate oltre 8.000 statue del Buddha. Pranzo in ristorante locale e proseguimento per il lago Inle. Sosta al tramonto ad un’azienda vitivinicola, ubicata su una collina con bella vista panoramica sul lago, per una degustazione di vini locali. Cena e pernottamento in hotel.
Trattamento: pensione completa.

 4° GIORNO: 15 febbraio INLE-INDEIN-INLE

A bordo delle tipiche lance locali, si visita l’affascinante lago immerso in un ambiente naturale di eccezionale bellezza. L’area è abitata dal popolo Intha, che vive in villaggi galleggianti formati da palafitte: gli Intha sono famosi per la loro tecnica di remare con una sola gamba per avere libere le mani per la pesca, e per la coltivazione di vari ortaggi in giardini e orti galleggianti. L’escursione prevede anche la visita alla grande statua del Buddha custodita in un sacrario in cima alla collina circondato da centinaia di antichi stupa nel tradizionale villaggio di Indein, alla pagoda di Phaung Daw Oo, agli interessanti villaggi della tessitura e all’antico monastero di Shan Ngaphae Chaung. Pranzo in ristorante locale e cena in hotel.
Trattamento: pensione completa.

  •  5° GIORNO: 16 febbraio INLE-HEHO (KM 50) – MANDALAY

Prima colazione e trasferimento all’aeroporto di Heho; Trasferimento in aeroporto per volo su Mandalay. All’arrivo trasferimento all’incantevole villaggio di Ava (chiamato anche Inwa), capitale della Birmania dal XIV al XVIII secolo, con visita al delizioso monastero in legno di Bagaya e alle rovine del Palazzo Reale e del Forte. Su piccoli calessi trainati da cavalli si visiteranno i piccoli villaggi nei dintorni di Ava dove si potrà vivere l’esperienza della vita locale nella campagna birmana. Proseguimento per Sagaing, eremo dei devoti buddisti con numerose pagode e monasteri distribuiti lungo le colline: visita ad un interessante monastero delle monache buddiste e a un piccolo villaggio dove vengono prodotte in maniera tradizionale le pentole in ceramica. Trasferimento ad Amarapura, l’affascinante antica capitale, e passeggiata lungo il ponte U Bein (lungo 1,2 km) interamente ricoperto di legno teak. e: Rientro ad Amarapura per un’affascinante escursione al tramonto sul Lago Reale e alla base del ponte U Bein, a bordo delle tradizionali piccole barche locali, con snack, birra e soft drink.. Cena in hotel
Trattamento: pensione completa.

  •  6° GIORNO: 17 febbraio MANDALAY (KM 50)

Alle 4 del mattino si avrà l’opportunità di partecipare alla cerimonia del lavaggio della statua del Buddha al tempio di Maha Muni, che avviene ogni mattina all’alba per tradizione, in un ambiente colmo di spiritualità (attività facoltativa e inclusa nel prezzo del tour). Rientro in hotel e prima colazione. Successivamente si vista la pagoda Maha Muni, con la straordinaria statua del Buddha ricoperta da uno spesso strato di foglie d’oro e proseguimento per Amarapura per la visita al monastero Mahagandayon per assistere al pasto comunitario di oltre mille monaci. Al termine visita del monastero Shwe Kyaung, edificato completamente in legno teak con splendidi intarsi e a seguire pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio escursione a Mingun, sulla riva occidentale del fiume Ayeyarwaddy, con visita alla pagoda Settawya, al tempio Pondawyapaya, nei pressi del fiume, al tempio incompiuto di Pahtodawgyi, alla campana sospesa più grande al mondo di 90 tonnellate, al villaggio di Mingun e all’affascinante pagoda Shinbume, costruita nel 1816. Cena in ristorante locale
Trattamento: pensione completa.

  •  7° GIORNO: 18 febbraio MANDALAY-BAGAN (KM 40)

Trasferimento in aeroporto e volo per Bagan. Visita dello straordinario sito archeologico, tra i più affascinanti di tutta l’Asia, che vanta oltre 2.500 templi: la pagoda Shwezigon, Wetkyi-in Gubyakkyi, tempio con pregiati dipinti murali raffiguranti alcune scene tratte dalla vita di Buddha, il tempio di Htilominlo con le sue sculture in gesso. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita ad un laboratorio di produzione di oggetti in lacca e proseguimento delle visite con il tempio Myinkaba Gubyaukkyi, in stile Mon, il tempio Manuha, concepito per rappresentare la sofferenza del re Manuha durante la prigionia, il tempio Nanpaya, un capolavoro di pietre intagliate e alla pagoda Seinnyet Nyima, uno stupa di raffinata forma. Escursione in calesse tra i villaggi di Bagan e tramonto sulla piana di Bagan dall’alto delle terrazze di un tempio. Cena in hotel.
Trattamento: pensione completa.

  •  8° GIORNO: 19 febbraio BAGAN (KM 30)

Prima colazione e visita dei templi di Bagan del XIII secolo, ubicati nelle mura storiche dell’area di sud est: Nandamanya, Thambula e Lemyethna tra i più significativi dell’area in stile architettonico Mon. Pranzo in ristorante locale. A seguire visita del tempio Ananda, con la sua forma simile ad una croce, del Thatbynnyu, il più alto tempio di Bagan, e la pagoda Bupaya, situata ai bordi del maestoso fiume Ayeyarwaddy. Cena in ristorante locale
Trattamento: pensione completa.

  •  ­9° GIORNO: 20 febbraio BAGAN – YANGON – KYAIKHTIYO (KM 210)

Prima colazione e trasferimento in aeroporto e partenza per Yangon. Arrivo a Yangon e proseguimento partenza per Kyaikhtiyo, con sosta alla Casa degli Spiriti e al Mausoleo dedicato ai caduti durante la II Guerra Mondiale. Si raggiunge la Roccia d’oro (dopo circa 5-6 ore), un monte ritenuto sacro, con un grosso masso coperto di foglie d’oro situato prodigiosamente in equilibrio sul bordo di una roccia, sulla cui cima è adagiata una piccola pagoda dorata. Per salire sul monte si utilizzano dei piccoli automezzi adibiti al trasporto dei pellegrini, risalendo i tornanti per 30 minuti. Pranzo in ristorante locale e cena in hotel.
Trattamento: pensione completa

  • 10° GIORNO: 21 febbraio KYAIKHTIYO_YANGON (KM 160)

Prima colazione. Alba panoramica sulla Roccia d’Oro e partenza per l’antica capitale di Bago: visita alla pagoda Shwemawdaw, alla statua del Buddha gigante reclinato e alla pagoda Kyeik Pun, con le 4 statue del Buddha alte 30 metri. Pranzo in ristorante e trasferimento a Yangon. Arrivo, sistemazione in hotel, cena in hotel e pernottamento
Trattamento: pensione completa.

  • 11° GIORNO: 22 febbraio YANGON – SINGAPORE – ITALIA

Prima colazione in hotel e rilascio delle camere e partenza per la visita al tempio di Chaukhtatgyi e alla pagoda Shwedagon, una delle meraviglie al mondo e monumento buddhista più venerato in Myanmar, una straordinaria opera architettonica che rappresenta il cuore religioso, sociale e politico del paese. Pranzo in ristorante locale.Succesivo trasferimento in aeroporto alle ore 17.35 partenza con volo di linea Singapore Airlines via Singapore (scalo tecnico circa 1.50). Pasti e pernottamento a bordo
Trattamento: prima colazione e pranzo

 12° GIORNO: 23 febbraio MILANO – BERGAMO
Arrivo in Italia al mattino del 23 Febbraio 2018. Trasferimento con bus da Malpensa a Bergamo.


Hotel previsti durante il tour
Yangon >> Park Royal Hotel (camera Superior )
Inle >> Sanctum Inle Resort (run of the house)
Mandalay >> Eastern Palace (camera Deluxe )
Bagan  >> Regency hotel (camera superior)
Kyaikhtiyo >>Mountain Top Hotel (camera Deluxe) o Golden Rock Hotel (camera Deluxe)

Gli hotel previsti nel tour possono essere sostituiti con hotel di pari categoria


Operativo voli
SQ 367 – 12 FEB >> MXP-SIN 12.40/07.35+1
MI 518 – 13 FEB >> SIN-RGN 15.15/16.40
SQ 5019 – 22 FEB >> RGN-SIN 17.35/22.10
SQ 368 – 22 FEB>> SIN-MXP 23.45 05.55+1


INFORMAZIONI UTILI

Passaporti e visti
È necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. È inoltre necessario il visto di ingresso rilasciato dall’Ambasciata Birmana in Italia. È possibile ottenere il visto tramite Viaggidea al costo di € 60: è necessario inviare almeno 30 giorni prima della partenza presso l’Ufficio Visti Viaggidea (Via Sebenico, 7/A – 20124 Milano) il passaporto con almeno 6 mesi di validità residua, 2 fototessere e modello consolare compilato (scaricabile dal sito www.easybook.it). È altresì possibile richiedere un visto di ingresso con la procedura “urgente” fino a 15 giorni prima della partenza che prevede una maggiorazione di costo (informazioni valide per i cittadini italiani).
A bordo dell’aereo viene consegnato un modulo da restituire compilato alle autorità doganali in entrata unitamente al biglietto aereo di partenza dal paese. Data la variabilità della normativa in materia, tutte le informazioni relative ai documenti di espatrio riportate su questo catalogo sono da considerarsi indicative. Inoltre, tali informazioni si riferiscono generalmente ai soli cittadini italiani e maggiorenni. Per qualsiasi situazione diversa (ad es. minori, cittadini stranieri) sarà necessaria una verifica, da parte dei clienti direttamente interessati, presso le autorità competenti. In ogni caso, si consiglia di controllare sempre la regolarità dei propri documenti presso tali autorità, in tempo utile prima della partenza. Ricordiamo che per le destinazioni dell’Area Schengen è sempre indispensabile presentarsi all’imbarco del volo con un documento d’identità valido per l’espatrio. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.viaggiaresicuri.it.
MINORI IN VIAGGIO: a decorrere dal 26/06/2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale (passaporto, oppure, qualora gli Stati di destinazione o comunque attraversati durante il viaggio ne riconoscano la validità, carta d’identità valida per l’espatrio accompagnata dal certificato di nascita/nomina a tutore qualora il documento del minore inferiore ai 14 anni non riporti il nome dei genitori o di chi ne fa le veci). Il passaporto del genitore attestante l’iscrizione del minore resta pertanto valido, fino alla scadenza, solo ed esclusivamente per il genitore stesso.
Per la registrazione presso le strutture alberghiere in Italia è necessario esibire un documento di identità (carta d’identità o passaporto) anche per i minorenni (sia bambini che ragazzi). La maggior parte degli alberghi non accetta minori non accompagnati. In alcuni casi è invece richiesta autorizzazione scritta da parte dei genitori.

 Code sharing
In base agli accordi commerciali internazionali, molte compagnie aeree operano alcune tratte in regime di code sharing con altri vettori. Può accadere quindi che una tratta aerea acquistata con una determinata compagnia e denominata con la sigla della stessa, venga in realtà operata con aeromobile ed equipaggio di un altro vettore.
Anche in caso di voli in code sharing vengono rispettate le norme emanate dall’Enac in materia di sicurezza.

 Clima
Tropicale con tre stagioni; fresca da novembre a marzo, calda da aprile a maggio, umida e piovosa da giugno a ottobre.

Fuso orario
+5 ore e trenta minuti rispetto all’Italia (+4 ore e trenta minuti quando vige l’ora legale in Italia).

Lingua
Birmano e vari dialetti locali. Inglese diffuso solo nelle principali località turistiche.

Valuta
Il Kyat (MMK), con cambio fluttuante (circa 1.250 MMK per 1 Euro). La valuta locale (non convertibile) ha corso legale esclusivamente in Myanmar ed è utilizzata per le spese in loco. A Yangon e nelle principali località turistiche è possibile ritirare denaro in contante con carte di credito Mastercard e Visa (sebbene gli sportelli ATM siano ancora poco diffusi). Anche il Dollaro USA è accettato per i pagamenti negli hotel e ristoranti. Si consiglia di portare con sé sufficiente valuta in contanti in Euro o Dollari USA di nuova stampa.

 Mance
Sono abituali e gradite; nei ristoranti e negli alberghi (per i pasti) è consuetudine corrispondere come mancia circa il 10% – 15% sul conto. Durante i tour, consigliamo di corrispondere una mancia di circa 4-5 Dollari USA al giorno, per persona, per la guida e di circa 2-3 Dollari USA al giorno, per persona, per l’autista.

 IMPORTANTE
La rete telefonica locale è obsoleta e spesso i collegamenti con l’interno del paese sono difficoltosi. Il GSM International Roaming non è attivo: è proibita l’importazione e l’utilizzo di telefoni satellitari. Per la visita ai templi e pagode, è necessario togliersi le scarpe ed entrare a piedi nudi.